Aprire un centro massaggi, i nostri consigli

Negli ultimi anni stiamo assistendo alla crescita esponenziale di centri bellezza e centri benessere, spa e strutture dedicate ai trattamenti estetici e rilassanti, dovuta al bisogno crescente di benessere in Italia. Aprire un centro massaggi rappresenta quindi una delle possibilità di entrare nel mercato del wellness.

Aprire un centro massaggi con l'aiuto di professionisti del settore

Aprire un centro massaggi o uno studio privato?

1440
460101-PFK6AT-993

Per poter aprire un centro massaggi bisogna far fronte alla burocrazia, che prevede il possesso di specifici requisiti. Solo chi possiede una formazione specifica nei massaggi può aprire un centro massaggi e può avviare la sua attività e solo con procedure ben precise e differenziate in base al tipo di trattamenti che verranno effettuati. Ma se si utilizzano macchinari specifici allora è necessario il diploma o da estetista o da fisioterapista, anche se in alcune regioni italiane non è richiesto il diploma e potrebbe bastare un corso di formazione regionale. 

Anche se ancora non esiste una normativa specifica per i centri massaggi, gran parte delle ASL fanno riferimento alla normativa che regolamenta l’apertura di centri estetici.

Nonostante possa sembrare molto semplice aprire un centro massaggi poiché prevede una semplice batteria di cabine con un lettino, in realtà c’è bisogno di calcolare bene gli spazi per valutare al meglio il flusso di lavoro, i movimenti che devono fare gli operatori, studiare bene le altezze dei lettini in base all’operatore e al trattamento che si propone e in base alle cabine che devono essere equipaggiate senza tralasciare nessun particolare per donare relax ai clienti con elementi di comfort che creino un ambiente accogliente e rilassante.

È importante decidere innanzitutto se si vuole aprire un centro massaggi o uno studio privato poiché il primo è una vera e propria attività aperta al pubblico. I locali devono rispettare determinati requisiti igienico-sanitari, è obbligatoria l’iscrizione alla camera di commercio, (C.C.I.A.A.) e risponde a tutte le normative regionali sugli esercizi pubblici. Molti comuni richiedono che sia presente una figura con una qualifica da estetista perché il centro massaggi ha una grande somiglianza ad un centro estetico. 

Lo studio privato di massaggi invece è un’attività che può avviare un libero professionista e che quindi non richiede l’iscrizione alla camera di commercio. Questo perché non è un’attività aperta al pubblico, il professionista riceve su appuntamento, e non tutti possono entrare come se i locali fossero aperti al pubblico.

Se vuoi aprire un centro massaggi, contattaci per un preventivo e una bozza di progetto gratuiti. Ti guideremo passo passo e penseremo a tutto il processo a 360°, dall’ideazione alla realizzazione. 

Per districarsi tra tutte queste informazioni è utile dunque chiedere a specialisti del settore come Dea Beauty e Design.

Aprire un centro massaggi, i nostri consigli ultima modifica: 2019-04-24T12:54:17+00:00 da DEA Beauty e Design

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *