Come inserire una cabina estetica in farmacia con DEA

Ormai è noto quanto sia un trend in grande crescita inserire una cabina estetica in farmacia. Da qualche anno a questa parte, quello che vede le farmacie “ingrandirsi” e implementare una cabina per i trattamenti estetici a fianco della normale attività quotidiana di vendita di farmaci. Questo sviluppo ha seguito naturalmente il grande sviluppo della vendita di prodotti professionali per l’estetica in tale tipo di attività.

Normativa e cose da fere per allestire una cabina estetica in farmacia

Tuttavia questa operazione risulta oggi ancora complicata: questo per via delle difficoltà ad adattarsi alla normativa vigente. Prima di tutto quella estetica è un’attività artigianale, non direttamente assimilabile alla professione farmaceutica: per questo motivo l’implementazione è possibile, ma sarà necessario dedicarle un regime fiscale separato. Inoltre, ovviamente, anche per le farmacie ad occuparsi di questo aspetto dovrà essere una persona qualificata professionalmente, come previsto dalla legge 1/90 decreto interministeriale. 

Ma non finisce qui. La parte comunemente più incline a complicazioni riguarda l’adattamento ai regolamenti del comune di appartenenza in materia: ad esempio muri e pareti dovranno essere studiati dettagliatamente per accogliere una cabina estetica, con l’attenta applicazione di tutte le norme per quanto riguarda la sanitarizzazione e l’igiene dei locali. Anche tutte le apparecchiature dovranno rispettare i protocolli CE.

Perché offrire trattamenti estetici nella tua farmacia

Tutta questa regolamentazione può creare più di un ostacolo, ma non c’è motivo di demordere, perché oggi al fianco degli imprenditori dell’estetica c’è DEA. È importante offrire trattamenti estetici nella tua farmacia per distinguersi dalla concorrenza, offrire più servizi ai clienti e fidelizzare la clientela.

Come allestire una cabina estetica in farmacia

Affidare la realizzazione della cabina estetica all’interno di una farmacia agli specialisti di DEA, significa poter contare su un’esperienza fortissima nel settore e su certezze consolidate nel tempo. Grazie a questo progetto sarà possibile avere un’idea chiarissima del risultato finale già in fase progettuale e, contemporaneamente, godere della certezza di un team esperto in grado di far fronte alle difficoltà legate alle stringenti normative vigenti.

cabina estetica in farmacia
Come inserire una cabina estetica in farmacia con DEA ultima modifica: 2018-02-12T15:15:26+00:00 da DEA Beauty e Design

2 risposte a “Come inserire una cabina estetica in farmacia con DEA”

  1. I sembra che legge 1/90 riservi alle aziende che forniscono prodotti estetico la possibilità di installare cabine estetiche nelle farmacie/parafarmacie.
    Grazie.

    1. Sì Giuseppe, è giusto. La Legge 1/90 reca al comma 2 dell’art.7 “Le imprese autorizzate ai sensi della legge 11 giugno 1971, n. 426, alla vendita di prodotti cosmetici possono esercitare l’attività di estetista a condizione che si adeguino al regolamento comunale di cui all’articolo 5 e che gli addetti allo svolgimento di tale attività siano in possesso del requisito professionale previsto dall’articolo 3. Per le medesime imprese non sussiste l’obbligo dell’iscrizione all’albo provinciale delle imprese artigiane”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *